edilizia residenzialeprogettazione interni

Casa SA 2 – Lo stile che non tramonta

A volte gli architetti ritornano! 

Un progetto che strizza l'occhio allo stile eclettico, insomma un luogo dove classico e shabby chic convivono.

In questo caso la scusa di dover fare le foto per una pubblicazione ci ha portato a far visita a vecchie conoscenze, il calore dell'accoglienza e la bontà dei mignon ancora ci scaldano il cuore.

Di seguito una selezione di foto della così come l'abbiamo ritrovata, dopo qualche anno dalla sua realizzazione, una bellissima casa che migliora ad ogni visita, certamente grazie ai signori S ed A.

SParchStudio – Casa SA 2 - La zona giorno
SParchStudio – Casa SA 2 - dalla camera al salotto

Lo stile eclettico 

Un progetto caratterizzato dalla combinazione di stili diversi, ricco di citazioni e arredi di periodi diversi, il tutto in un impianto planimetrico contemporaneo e funzionale.

La ricchezza delle decorazioni in stucco e gesso come cornici e boiserie ben si combinano con la ricchezza e varietà degli arredi e dei suppellettili.

Infatti, grazie al gusto personale della committenza in continua ricerche di mobili e oggetti di arredo, l'insieme risulta un'amalgama coerente e armonica.

La suddivisione degli ambiti funzionali del soggiorno è ottenuta grazie scarti volumetrici, tramite il ribassamento dell'area ingresso ed il rialzamento della zona pranzo. Soluzioni che consento alla zona living vera e propria di guadagnare volume e grandezza.

 

Il salotto

L'area principale del living è costituita dal salotto in cui sono posizionati due divani ed una poltrona, questo spazio è puramente dedicato a luogo di riunione per dibattere o conversare.

Infatti le sedute sono posizionate proprio per favorire il confronto fra le persone.

L'assenza di controsoffitti rende il salotto lo spazio più arioso di tutto il living. Proprio per rimarcare il carattere di unicità di questo spazio si è deciso di nobilitarlo con una grande cornice sul soffitto, aumentato un carattere centrico e inclusico del vano stesso.

(Durante i lavori sono stati eseguiti numerosi tentativi di adattare cornici prefabbricate con disegni e forme predefiniti per poter semplificare il lavoro della posa e ridurre i costi; senza però soddisfazione alcuna. Infine il disegno della cornice adottato è stato ripreso da una piccola chiesa medievale decorata nel periodo barocco.)

Pranzo e cucina 

La piccola sala da pranzo è stata posta in una posizione defilata della zona giorno.

Questa risultava separata dal salotto da un pilastro ed una trave a vista, così con la realizzazione di due paraste laterali ed un pavimento leggermente rialzato, abbiamo voluto creare un piccolo portico calmo ed accogliente. 

La sala da pranzo è direttamente collegata alla cucina. Inoltre una ulteriore apertura, quella del passavivande, consente un rapporto visivo diretto tra i due vani. 

Rimane comunque la possibilità di chiudere le aperture, ne risulta di fatto un ottimo compromesso tra cucina aperta e cucina chiusa.

Questo progetto, con nostro grande piacere, è stato oggetto di un articolo pubblicato sul sito Homify, alla cui redazione vanno i nostri sentiti ringraziamenti: Lo stile che non tramonta mai

 

progetto realizzato 
dall'architetto Paolo Pambianchi
in collaborazione 
con l'architetto Stefano Sanna